§ 98 – RIuNiFicAzIoNe

. Estasiata dall’immensità vissuta, mi ritrovo che è ormai l’alba, sdraiata sul prato della chiostra in mezzo al castello. Tanto è stato lungo salire, tanto è sembrato un attimo scendere un tutt’uno direi Me ne stò quì, serena, al fresco e nel silenzio Le chiome degli enormi alberi ondeggiano, e mi ricordano il mare… Ogni tanto qualche folata più forte … Continua a leggere

§ 97 – iL CaStElLo

. Dopo un po’ di silenzioso cammino, quando ormai scende il crepuscolo, ecco che scorgo in lontananza un castello… Via via che ci avviciniamo, lo riconosco, riconosco le sue pietre, quel grigio. Non sembra esserci qualcuno però… Entriamo dentro ed è proprio come lo avevo visto nei miei sogni: la scala in pietra che sale sulla torre. E’ la mia … Continua a leggere

§ 96 – eSaMe

. Prendo il pendolo in mano e lascio che Temistocle con il suo solito rituale mi illumini sulla strada da intraprendere Vedo così un posto buio, delle scale in pietra, sembra una chiesa, ma forse non lo è. E’ quadrata. Io entro in una stanza, c’è tanta gente, sembrano essermi amici, ma non vedo nessuno in volto, non riesco a … Continua a leggere

§ 95 – SoVrAoRdInAtE

. …ed è così che nel mio casuale vagare, senza meta, senza precise finalità, avverto una sensazione… . …è solo una sensazione, che subentra, come se stesse approfittando dei momenti di bassaguardia… Non che pensi che lei governi la mia vita… non del tutto… però avverto come l’esistenza di una sovraordinazione . C’è qualcosa che mi sfugge e viaggia, più … Continua a leggere

§ 94 – l’Ho dEtTo e Lo FaCcIo

. Così, senza organizzarmi, senza stare a pensarci più di tanto, senza… come si dice… fasciarmi tanto la testa Vado! . Se mi soffermo, è la fine e l’inizio di niente . …e io vivo di inizi . Le fini mi uccidono …per cui Vado… . Porto me stessa… che sarà mai! . Vado! . Lo faccio, improvviso come sempre… . … Continua a leggere

§ 92 – FaNtAsMaGoRiE

. Riparto così… in naturalezza e fiducia! Non nascondo che c’è un certo senso di rivincita in me, soprattutto nei confronti di me stessa… Non che le mie ferite abbiano smesso di far male… no.. questo no… sono io che ho smesso di dedicargli attenzione e non nego che, in questo molto mi ha aiutato vedere il disegno che attraversa … Continua a leggere